Ababo Iscriversi

Servizio studenti disabili

I servizi offerti dall’ente regionale per il diritto allo studio per gli studenti disabili si trovano al seguente link: http://www.er-go.it/index.php?id=6753

Esonero delle tasse dei test di ammissione

Soltanto gli studenti che presentano propria certificazione di disabilità superiore a 2/3 o di un componente del nucleo familiare sono esonerati dal pagamento delle tasse di ammissione (pagina 6, punto 7, dei bandi di ammissione).

Esonero delle tasse di iscrizione

L’articolo 30 della Legge 118/1971 prevedeva l’esenzione dal pagamento delle tasse universitarie per gli studenti con invalidità superiore ai due terzi che «appartengono a famiglie di disagiata condizione economica». Quindi una doppia condizione: di invalidità e di condizione economica.

Il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 9 aprile 2001, all’articolo 8, prevede l’esonero dal pagamento delle tasse e dei contributi universitari agli «studenti in situazione di handicap con un’invalidità riconosciuta pari o superiore al 66%» senza porre la condizione della situazione economica disagiata.

Lo stesso articolo consente agli atenei di prevedere autonomamente la concessione di esoneri totali o parziali dalla tassa di iscrizione e dai contributi universitari anche per gli studenti disabili con invalidità inferiore al sessantasei per cento, ferme restando altre condizioni.

Va ricordato che, oltre alle disposizioni previste dal Decreto citato, rimangono in vigore le prescrizioni dell’articolo 30 della Legge 118/1971 che, come abbiamo visto all’inizio, concedono esenzioni anche ad altre categorie di persone disabili e di figli di persone disabili.

Tirocinio di orientamento e formazione o di inserimento/reinserimento per persone con disabilità e in condizione di svantaggio

Norme per il diritto al lavoro dei disabili

«Sono previsti tirocini con finalità formative o di art. 11 c. 2 orientamento per i disabili, per favorirne l’inserimento lavorativo».

Obiettivi

Agevolare le scelte professionali e favorire l’inserimento e il reinserimento delle persone in difficoltà nel mondo del lavoro, nonché l’inclusione sociale e la cittadinanza attiva.

Destinatari

Soggetti con disabilità, persone svantaggiate (le categorie indicate nella legge 381/1991, all’art. 4) e richiedenti asilo, titolari di protezione internazionale o umanitaria e persone in percorsi di protezione sociale.

Durata 

1 anno al massimo, comprese eventuali proroghe, 2 anni nel caso di soggetti con disabilità.

Per favorire l’inclusione sociale e la cittadinanza attiva delle persone con disabilità o in condizione di svantaggio, la Giunta regionale ha definito deroghe per la durata e l’indennità dei tirocini a loro rivolti con la Delibera di GR n. 1472 del 21/10/2013, modificata e integrata dalla Delibera di GR n. 2024 del 23/12/2013.