Ababo In primo piano
ABABO White Night 2024

ABABO White Night 2024

Sabato 3 febbraio, in occasione dell'ART CITY White Night, l’ Accademia di Belle Arti di Bologna invita il pubblico nel suggestivo spazio settecentesco dell’Aula Magna, ad assistere all’allestimento scenico Voglio essere l’ultima. Voci contro la violenza, una serie di letture tratte dal libro Ferite a morte di Serena Dandini accompagnate da un'azione performativa, con un contributo inedito e la partecipazione di Alessandro Bergonzoni e i disegni di Gianluca Costantini.

L’evento nasce con l’obiettivo di creare, in occasione della settimana dell’arte bolognese, una forte connessione con la realtà che ci circonda, dove la violenza dei femminicidi, che ogni anno porta alla morte circa 45 mila donne nel mondo, non può lasciarci indifferenti. Un gesto artistico può così diventare un momento di sensibilizzazione non solo per studentesse e studenti, ma anche per la città e per il pubblico di Arte Fiera.

Le “voci contro la violenza” saranno quelle di donne e uomini tra le personalità di Bologna protagoniste nei più diversi ambiti, dalla politica all’arte, dal mondo economico a quello culturale, insieme a studentesse, studenti e docenti, che interpreteranno le donne “ferite a morte”, esprimendo con questa azione il proprio impegno.

Tra le e gli interpreti, Lorenzo Balbi, Emily Marion Clancy, Daniele Del Pozzo, Elena Di Gioia, Porpora Marcasciano, Patrizia Mondin, Marilena Pillati, Mattia Santori, la Presidente dell’Accademia Rita Finzi, le e i docenti Nicola Bruschi, Emidio Clementi, Ilaria Del Gaudio, Rossella Piergallini, Mario Rivelli (Otto Gabos), Silvia Spadoni, Ivana Spinelli, Sissi, le studentesse e gli studenti Iacopo Contalini, Denise Duina, Davide Della Vecchia, Lavinia Nuti, Ilaria Pulcini, Michela Schiera, Chiara Vitofrancesco.

L’evento, che si svolgerà in tre repliche alle ore 21, 22 e 23, vede il coordinamento registico a cura della docente Natalia Antonioli e di Giulia Quadrelli, l'allestimento scenico a cura delle docenti Benedetta Dalai e Vittoria Papaleo e l'allestimento audio a cura del docente Marco Cesare Consumi. L'evento è realizzato in collaborazione con Gianluca Costantini (autore anche dell’immagine guida del progetto, dedicata a Giulia Cecchettin), docente all’Accademia di Belle Arti di Bologna e artista attivista che da anni combatte le sue battaglie attraverso il disegno . 

Orari della performance: 21.00 , 22.00 e 23.00

Ingresso libero fino a esaurimento posti