Ababo Docenti

Prof. Gianluca Bernardini

Si diploma al Liceo Artistico statale di Bologna nel 1983, per poi conseguire il diploma in Pittura presso l’Accademia di Belle Arti di Bologna nel 1987.


Esperienze professionali:

1987/1988: collabora con GER.SO., società di restauro, per il consolidamento e la manutenzione di affreschi e opere pittoriche tra cui la basilica di Fiorano (MO) e Palazzo Malvezzi a Bologna.

1998/1992 parallelamente alla attività di cartoonist partecipa a varie eposizioni di pittura in località italiane ed estere, tra cui “Action One” a Karachi, Pakistan e “Exposition d'Apres-Garde” a Marsiglia, Francia.

Dal 1992 al 1998 collabora con lo Studio A.G.O. s.r.l. di Bologna in qualità di Art Director per realtà legate al mondo dell’abbigliamento e della comunicazione giovanile, tra cui Avirex (gruppo Ateca), Vans (WP Lavori in corso) e Meltin’Pot (Romano SpA) per il quale ha rivestito il ruolo di direttore artistico.

Nel 1999 fonda, insieme ad Andrea Carnoli e a Margherita Manca, lo studio Latveria Design dove tutt’ora ricopre la carica di presidente e Art Director: impegnato in attività strategiche e di comunicazione principalmente per aziende del settore tessile quali Rifle, Meltin’Pot, Playlife, Killer Loop, Lonsdale, Big Star, Brooks Brothers, Henry Cotton’s, Marina Yachting, Les Copains, Gattinoni.

Le aree di competenza dello studio si allargano dal graphic design alle strategie di comunicazione, alle piattaforme multimediali, al web design.

Nel 2012 apre con Andrea Carnoli e Carlo Branzaglia il DMC, Design Management Center, una Associazione che si occupa di progettare ed applicare strumenti per gestire l’innovazione all’interno delle organizzazioni, pubbliche o private, utilizzando metodologie di design thinking, design management, strategic & concept design.

Docente di Visual Design presso il CERFORM di Sassuolo (MO) dal 2015 al 2018.

Docente a contratto per il corso di Editoria per il Fashion Design all’Accademia di Belle Arti di Bologna dal 2006 al 2018.

Insegna in ABABO:
Editoria per il fashion design

Il corso si preoccupa di indagare i meccanismi di progettazione, produzione e comunicazione del settore abbigliamento, ovvero le necessità di comunicazione che nasce da questioni commerciali, stilistiche, tecniche ed economiche assai precise che si trasformano poi in strumenti, segni e atmosfere di stile una volta orientate sui pubblici, interni alle aziende prima e in seguito ai consumatori e ai mercati. Non si tratta esclusivamente di glitter e creatività.

Vai al dettaglio