Ababo Docenti
Gian Giacomo Cara

Prof. Gian Giacomo Cara

Appassionato da sempre di architettura espositiva, ha fondato e dirige Tbs Group che progetta e realizza oltre 150 allestimenti commerciali e artistici ogni anno, in Italia e all’estero.

Negli ultimi anni ha diretto e coordinato festival, eventi, mostre, progettato e allestito spazi teatrali, museali ed espositivi, curandone l’ideazione e coordinandone la produzione.

Ha diretto il Maicc, Museo multimediale dell’autodromo di Imola di cui, nel 2016, ha ideato e curato la realizzazione.

Ha ideato, prodotto e realizzato la mostra Ayrton Magico, l’anima oltre il limite, prima mostra multimediale in ambito motorsport.

Ha curato l’architettura, l’allestimento e lo sviluppo di noti punti vendita e continua a curare, per importanti brand, l’allestimento di spazi espositivi e comunicativi interni ed esterni nonché la realizzazione di eventi e manifestazioni internazionali.

È professore a contratto di Progettazione di allestimenti presso l’Accademia di Belle Arti di Bologna.

Insegna in ABABO:
Progettazione di allestimenti

Il corso sarà incentrato su lezioni teoriche e pratiche che, prendendo le mosse da cenni sull’evoluzione storica della disciplina, approderà al progetto allestitivo in senso stretto.

La recente moltiplicazione degli allestimenti scenografici in contesti espositivi commerciali e culturali richiama infatti l’attenzione sull’importanza della valorizzazione delle diverse locations concepite.

L’allestimento degli spazi espositivi, pur discendendo dall’architettura, è plasmato da regole e direzioni proprie, che aprono la strada a due possibili indirizzi percorribili nella sua progettazione: una, più declinata sull’organizzazione dello spazio e sui dettagli di allestimenti per le mostre d’arte; e un’altra, che discende dalla contaminazione di architettura, design e grafica, e approda a stili espositivi più liberi.

Negli ultimi anni la cultura italiana dell’allestimento si è diffusa grazie alla passione per l’ideazione e la sperimentazione di nuove generazioni di progettisti.

Vai al dettaglio