Ababo Insegnamenti

Elementi di chimica applicata al restauro

  • Conoscenza dei concetti principali della chimica inorganica e acquisizione della terminologia specifica della disciplina ai fini della comprensione delle caratteristiche chimiche di alcuni materiali nelle opere o di specifiche tecniche artistiche (pigmenti, tecnica dell'affresco)
  • Apprendere come utilizzare i concetti di chimica generale ed inorganica per descrivere le alterazioni sulle opere (diagnosi di un corretto stato conservativo es. degrado dei pigmenti, efflorescenze saline)
  • Conoscere i principali concetti della chimica organica al fine dell'utilizzo degli stessi per la comprensione delle caratteristiche chimiche ed applicative delle sostanze filmogene naturali e dei loro meccanismi di degrado
Programma

Chimica generale e inorganica:

  • La materia: stato solido, liquido e gassoso. Sostanze pure (elementi, composti), miscele omogenee ed eterogenee; concetto di fase. Teorie atomiche e struttura dell’atomo; la tavola periodica; il concetto di elettronegatività.
  • Tipi di legame chimico: covalente puro, covalente polarizzato e ionico. Le molecole: apolari, polari, ioniche. Classificazioni delle forze intermolecolari. Proprietà macroscopiche che da queste discendono.
  • Nomenclatura IUPAC e tradizionale, Ossidi Acidi a Basici, Acidi ossigenati e Idrossidi, Ioni derivati, Composti binari con l’H: idruri metallici e non metallici.
  • Il pH: definizione, scala, intervalli di acidità e alcalinità. Acidi e basi, criteri di dissociazione, forza di acidi e basi: pKa. I Sali: come si formano e misura del pH.
  • Concentrazioni: concetto di mole e molarità.

Applicazioni della chimica inorganica ai beni culturali:

  • Tecnica ad affresco: processo di carbonatazione. Meccanismi di degrado.
  • I pigmenti e la chimica dei colori: caratteristiche chimiche, principali meccanismi di degrado, incompatibilità. Analisi per il riconoscimento dei pigmenti mediante test microchimici.

Chimica organica:

  • Principali classi di composti organici, reattività e proprietà: Idrocarburi, Aldeidi e chetoni, Acidi Carbossilici, Esteri, Eteri, Ammine primarie, secondarie e terziarie, Ammidi.
  • Definizione generale, sostanze filmogene polimeriche e non. Processi di formazione del film. Meccanismi di degrado: ossidazione-deidrogenazione, idrolisi, polimerizzazione, cross-linking e depolimerizzazione.
  • Sostanze proteiche: Amminoacidi e loro caratteristiche, il legame peptidico. Le proteine: struttura primaria, secondaria, terziaria e quaternaria. Dalla messa in opera all’invecchiamento, idrolisi e reticolazione. Le colle animali e il collagene, l’albume e il tuorlo d’ uovo, la caseina.
  • Polisaccaridi: il Glucosio ? e ?-. Il legame glucosidico e la formazione del polisaccaride. Materiali: gomme, Amido, Cellulosa: struttura, degrado ossidativo e idrolitico.
  • Lipidi: ac. grassi saturi e insaturi, esterificazione, formazione dei Trigliceridi, Olio di lino: polimerizzazione ossidativa, scissione, idrolisi e fase ionica. Interazione olio-solvente: leaching e swelling. Altri olii: Olio di noce, Olio di papavero. I saponi metallici. Le cere: struttura e caratteristiche.
  • Terpeni: dall’Isoprene ai terpeni. Cenni sulle vernici a base di resine naturali e il loro degrado.
Modalità didattica
Lezioni frontali con ausilio di ppt, dispense del corso e test pratici di laboratorio
Modalità di verifica e valutazione
esame orale
Bibliografia
  • AA.VV., Chimica per l’arte, Zanichelli, Milano 2007
  • J. Mills, R. White, The organic chemistry of museum objects, 2nd edition, Routledge, NY 2011
  • MATTEINI M., MOLES A., La chimica nel Restauro, Ed. Nardini, Firenze 2001
  • C.V. Horie, Materials for Conservation: Organic Consolidants, Adhesives and Coatings, ElsevierScience&Technology, 2010
Testi consigliati
  • Aa.Vv., Artists’ pigments- A handbook of their history and characteristics, volume 1-2-3, Oxford University press
  • B.H. Stuart, Analytical techniques in materials conservation, John Wiley and Sons, 2007
  • C.V. Horie, Materials for Conservation: Organic Consolidants, Adhesives and Coatings, Elsevier, Science&Technology, 2010
  • D. Stulik- H. Florsheim, Binding media identification in painted ethnographic objects, JAIC, 31, (1992), 276-288
  • E. Martin, Some improvements in technique of analysis of paint media, Studies in Conservation, 22 (1977) 63-67
  • F. Feigl, V. Anger, Spot tests in inorganic analysis, 6th Edition. Elsevier, New York, N.Y. 1966
  • N. Odegard, S. Carroll, W.S. Zimmt, Material characterization tests for objects of art and archaeology, Archetype Publications, London, 2001
  • N. Bevilacqua, L.Borgioli, I. Adrover Gracia, I pigmenti nell’arte: dalla preistoria alla rivoluzione industriale, Collana I TALENTI, Il Prato editore, Padova 2010
  • G. Botticelli, Metodologia di restauro delle pitture murarie, Centro Di, Firenze 2001
  • G. Botticelli, S. Botticelli, Lezioni di restauro: le pitture murali, Centro Di, Firenze 2008
  • Quaderni ICR, DIMOS, Fattori di deterioramento, ICR, Roma
  • G. FORTI, Antiche ricette di pittura murale, CIERRE edizioni, Verona 1989
  • G. Amoroso, M. Camati, Scienza dei Materiali e Restauro, ALINEA editrice