Ababo Docenti

Prof. Katia Gasparini

Architetto, PhD, laureata presso l’Università luav di Venezia, ha conseguito il dottorato di ricerca presso I’Università degli Studi di Ferrara. Nel 2014 è stata abilitata con unanimità del giudizio collegiale come Professore Associato (II fascia) area Design e Progettazione Tecnologica.

L’attività di ricerca e professionale si sviluppano sulle tecnologie e materiali innovativi per l’architettura e il design - smart materials e technology, l’impiego di tecnologie cromatiche e luminose per la valorizzazione dell’ambiente costruito e dei beni culturali.

L’attività professionale si sviluppa in ambito privato e pubblico, per la riqualificazione e rigenerazione edilizia e urbana, piani di valorizzazione ambientale (piani del colore, dell’arredo urbano e della luce), design.

Ha svolto attività di docenza in ambito nazionale, in particolare: per Accademia di Belle Arti di Verona, Università IUAV di Venezia, Politecnico di Milano, IED. E IAAD. Visiting professor e invited lecturer presso istituzioni e università nazionali e internazionali. Autrice e curatrice di circa 125 pubblicazioni nazionali e internazionali. Membro fondatore dell’Associazione culturale FORTNET (Venezia), presidente per l’Associazione Eterotopie-Colore, luce e comunicazione in Architettura.

 

 

Insegna in ABABO:
Urban design

Urban design: un fattore sociale, ambientale, progettuale

L’urban design si fonda su un approccio multidisciplinare con l’obiettivo di mettere in relazione gli attori e i fattori che si intersecano e interagiscono nell’ambiente costruito.

Tali fattori sono ascrivibili alle discipline fondanti dell’architettura, urbanistica, design e sociologia. Esse si connettono in un approccio sistemico attraverso: lo studio delle relazioni sociali, dei percorsi e della loro riconoscibilità (wayfinding); la sicurezza e percezione dei luoghi e del rischio attraverso gli studi di ergonomia, psicologia della percezione (colore e luce); il design for all; l’approccio tecnologico e materico che alla scala dell’utente ne plasma gli artefatti, ovvero l’arredo urbano.

 

Vai al dettaglio 
Tecnologia dei nuovi materiali