Ababo Insegnamenti

Storia della decorazione

Il corso, attraverso la conoscenza storica di esperienze e protagonisti dell’arte e dell’architettura occidentale nel segno della decorazione dalla fine dell’Ottocento alle ricerche contemporanee, ha l’obiettivo di fare maturare una coscienza critica e un approccio alla progettualità consapevole del dibattito intorno alla decorazione che ha attraversato il XX secolo e che oggi appare assai ricco di nuove aperture nel contesto delle estetiche contemporanee.

Programma

Il corso teorico è composto da un modulo comune e da due moduli specifici, rispettivamente per gli studenti di Decorazione e di Fashion Design.

Modulo comune:

A. Una definizione di campo: la decorazione

Con l’interrogativo “Che cos'è (oggi) la decorazione?” e considerando come un nodo fondamentale per il XX secolo il saggio dell’architetto viennese Adolf Loos Ornamento e delitto (1908), vengono presentate esperienze e protagonisti dell’arte e dell’architettura occidentale nel segno della decorazione dalla fine dell’Ottocento alle ricerche contemporanee. Con elementi quali la relazione ondivaga tra spazio fisico e sua negazione, struttura e pelle, materia, luce-colore, frammentazione e composizione, senso dell’ordine.

B. Superficie, spazio, narrazione: un sistema di relazioni emozionali

Sulla traccia del pensiero di Giuliana Bruno, un’esplorazione della spazialità tangibile delle arti visive, dall’ottico all’aptico, con l'allargamento della percezione attraverso la superficie, spazio in movimento e in trasformazione. L’attenzione alle estetiche contemporanee è, in misura diversa, il filo conduttore di queste due unità.

C. Verso la Public Art. Introduzione all’arte pubblica (storia, aspetti metodologici, opere-chiave)

È facoltativa la partecipazione ai workshop e alle conferenze del laboratorio trasversale DALLA RAPPRESENTAZIONE ALL’AZIONE. ARTE E CONTESTO PUBBLICO. Esperienze, metodi e pratiche di progettazione artistica nello spazio pubblico.

Modulo per gli studenti di Fashion Design:

Epoche, artisti, poetiche del corpo e dell’abito a confronto, attraverso la storia dell’arte degli ultimi cento anni, dalle avanguardie ad oggi; con un occhio alle forme poliedriche della moda.

Modulo per gli studenti di Decorazione:

La storia della decorazione in rapporto all’architettura è ripercorsa attraverso tappe fondamentali, in riferimento a diverse epoche, diversi artisti, diversi grandi progetti, dall’antichità alle Stazioni dell’Arte della Metropolitana di Napoli.

Modalità didattica

Lezioni frontali.

Modalità di verifica e valutazione

L’esame è un colloquio orale, preceduto da esercitazioni scritte durante il semestre. È richiesta una tesina scritta con l’approfondimento di un tema a scelta dello studente. La valutazione si basa sulla conoscenza degli argomenti proposti, la capacità critica, gli approfondimenti personali dei testi presenti in bibliografia.

Bibliografia

Per gli studenti di Fashion Design, oltre alla bibliografia del modulo comune:

  • M. Luisa Frisa, Le forme della moda. Cultura, industria, mercato: dal sarto al creativo, Bologna, Il Mulino, 2015
Testi consigliati

Una bibliografia specifica viene consigliata singolarmente, in relazione all’argomento prescelto per la tesina d’esame.