Ababo Insegnamenti

Editoria d’arte

Il corso di Editoria d’arte si sviluppa in questo modo: lezioni frontali a carattere introduttivo teorico/visivo e attività di laboratorio. Per gli iscritti al corso 40 ore aggiuntive di workshop suddivise in cinque giorni, con un programma che conterrà esperienze di Legatoria – Stampa a caratteri mobili – Intelaiatura dell’opera in carta.

Programma

L’obiettivo del corso è quello di portare alla conoscenza dei percorsi progettuali e tecnici che costituiscono un’opera a stampa associati agli aspetti funzionali ed estetici nel campo dell’editoria artistica, in un processo che porti alla fusione tra contenuto e contenitore, per la realizzazione di multipli d’autore, più o meno complessi, fino all’allestimento del progetto/libro come opera editoriale completa. L’intento è quello di acquisire competenze per lo sviluppo di prodotti editoriali in completa autonomia progettuale o su linee guidate.

La parte teorica, sarà di supporto per l’orientamento delle proprie scelte all’interno del panorama nazionale e internazionale nel campo dell’editoria d’arte, con la presentazione di materiale visivo storico e contemporaneo. Verranno affrontati argomenti, come: associare immagini e testi, inventare tipi, parole/immagini, la calligrafia, elementi calligrafici, creare carattere all’opera editoriale; incontri e prove pratiche per acquisire competenze nell’elaborare sequenze operative legate alla progettazione delle diverse forme e nei diversi formati: segnalibri, cartoline, locandine, plaquettes, folder, flexagon, libri/oggetto, oggetti d’arte, manifesti, cover; gestire il progetto completo di diversa tiratura, il programma visuale dal layout di presentazione alla realizzazione finale, il packaging, il materiale divulgativo. 

 

Modalità didattica

Attività di laboratorio:  Realizzare multipli. L’attività di laboratorio, come luogo di ricerca e di sperimentazione collettiva, permetterà di stimolare l’intreccio dei valori espressivi delle diverse tecniche condividendone le molteplici intersezioni, in particolare la conoscenza dei procedimenti di stampa, che vanno dalle metodologie manuali, appartenenti alla grafica d’arte e all’incisione, prediligendo tecniche a basso impatto ambientale e no toxic (uso dei sali come sostitutivi degli acidi), tecniche dirette, litho/gum print, transfert, sino a tutte le modalità che prevedono una strumentazione tecnologica per ottenere il supporto con l’immagine.  Sono compresi i processi di stampa analogica, fotografica, tipografica, letter-press, timbri, ma anche plotter, digitale e stampanti multiuso.

Workshop  

Legatoria: Tecniche di legatura a cartella /mezzatela, a taccuino medievale, all’orientale, alla copta, a pergamena floscia, a punto asola, a crown binding, alla bodoniana, ad album, a baionetta. Stampa tipografica con caratteri mobili. Dimostrazione della tecnica di intelaiatura dell’opera in carta. Visita al Laboratorio del Prof. Antolini a Ferrara.  

Progetti editoriali da realizzare: Tematica: Arte e Musica - Progetto espositivo: Esposizione in occasione del Buskers Festival a Ferrara - Edizione d’arte in forma di libro su linee editoriali guidate: Progetto Poesia /Poetica, su testo poetico/musicale  - Edizione d’arte in formato Cover opera d’arte-vinile - Edizione d’arte Idea manifesta, in formato Affiche contemporain - Relazione per ogni progetto editoriale: linee guidate in forma di portfolio.

Modalità di verifica e valutazione

Le iscrizioni al corso si tengono il primo giorno di lezione, in cui gli studenti sono tenuti a presentarsi con il proprio portfolio. Durante il corso è necessaria la verifica dell’evoluzione dei progetti ad ogni lezione; fondamentale è la collaborazione alle attività di gruppo e di laboratorio, nonché la partecipazione agli eventi espositivi; è apprezzata la capacità intuitiva e inventiva nella cultura del “recupero”; è richiesta personalità, autenticità e  massima cura materiale nella realizzazione degli elaborati, compresa la realizzazione dei prototipi ai workshop.  

Modalità d’esame: Presentazione degli elaborati da parte dello studente: ricerca progettale, edizioni d’arte affiancate alla relazione, prototipi realizzati durante il workshop.

Bibliografia
  • Bandinelli, Lussu, Iacobelli, Farsi un libro, Biblioteca del vascello/Stampa alternativa, Roma, 1990
  • A. Frutiger, Segni e simboli, Stampa alternativa/Graffiti, Roma, 1996
  • J. Chevalier, A. Gheerbrant, Dizionario dei simboli, BUR Dizionari Rizzoli, Milano, 1986 
  • M. Melot, Libro, Edizioni Sylvestre Bonnard, Milano, 2006  
  • G. Maffei, M. Picciau, Il libro come opera d’arte, Corraini Editore, Mantova, 2006
  • G. Maffei, Il libro d’artista, Edizioni Sylvestre Bonnard, Milano, 2003
  • AA.VV., Primo amore. La passione di un collezionista, Damiani, Bologna, 2006
  • C. Salaris, La rivoluzione tipografica, Edizioni Sylvestre Bonnard, Milano, 2001
  • M.A. Ouaknin, I misteri dell’alfabeto, Atlante, Bologna 1997-2003
  • R. Bringhurst, Gli elementi dello stile tipografico, Edizioni Sylvestre Bonnard, Milano, 2001
  • G. Bologna, Legature artistiche. L’arte della legatura attraverso i secoli, Mondadori, Milano, 1998  

Verrà data bibliografia specifica in relazione alle tematiche durante il corso, oltre a schede tecniche e dispense dei vari argomenti.