Ababo Insegnamenti

Applicazioni digitali per l’arte

Dotare gli studenti di strumenti cognitivi e tecnici in ambiti interdisciplinari per definire e affrontare la sfida che ci propone la complessità del panorama digitale contemporaneo.
Programma

Gli argomenti trattati saranno orchestrati sulla riflessione delle componenti simboliche coinvolte nella produzione di “immagini”, qui intese come i principali veicoli e supporti della tradizione culturale contemporanea, al fine di indagare la loro forza espressiva, semantica e narrativa. Il percorso laboratoriale è mirato a fornire un dispositivo di visualizzazione analogico digitale dei propri processi associativi per accompagnare lo studente a orientarsi nel labirinto dei propri immaginari e poetiche, guidandolo a districarsi nella frammentarietà del lavoro tramite il discernimento delle differenze che intercorrono tra scenari caotici, complessi e complicati attraverso l’utilizzo di diagrammi, mappe mentali e concettuali. La coreografia del diagramma compone, trasforma e ricompone un’architettura dello spazio mentale attraverso l’oscillazione tra procedure rigorose e abbandono del metodo, tra percorsi di connessione razionale e gesti di analogia intuitiva; un movimento teso a manifestare le forze nascoste nel materiale di ricerca stesso, al fine di rivelarne i significati più intimi. Il laboratorio e i seminari si pongono l’ulteriore proposito di stimolare una visione più profonda dell’attività creativa per far comprendere come il proprio operato può essere inteso come veicolo di scoperta, conoscenza e contemplazione; un mezzo che, ancor prima di essere comunicativo e rappresentativo, dovrebbe esser teso al nutrimento dell’artefice durante il personale viaggio cognitivo.

Modalità didattica

Il corso sarà strutturato attraverso una serie di lezioni frontali, confronti aperti, momenti di visione e percorsi laboratoriali.

Modalità di verifica e valutazione

In itinere, attraverso restituzioni laboratoriali, e in sede di esame

Bibliografia
  • Georges Didi-Huberman, L’immagine insepolta. Aby Warburg, la memoria dei fantasmi e la storia dell’arte, Bollati Boringhieri
  • Tim Ingold, The life of Line
  • Janneke Wesseling, See it again, say it again. The artist as researcher
  • Gilles Deleuze, Francis Bacon. Logica della sensazione, Quodlibet
  • Lev Manovich, Il linguaggio dei nuovi media, Edizioni Olivares
  • Walter Benjamin, L’opera d’arte nell’epoca della sua riproducibilità tecnica, Einaudi
Testi consigliati
  • Italo Calvino, Lezioni americane, Garzanti
  • Fredrik Sjöberg, L’arte di collezionare mosche, Iperborea
  • Florenskij, Lo spazio e il tempo nell’arte, Adelphi
  • Roberto Calasso, K, Adelphi