Ababo Insegnamenti

Anatomia dell’immagine

Il soggetto anatomico continua ad essere protagonista in diversi settori: in ambito artistico, l’espressione della figura umana riprende un approfondimento, abbandonato in anni in cui il corpo era considerato solo un’estensione concettuale.

Nell’editoria, il corpo umano è protagonista dai testi per bambini e ragazzi ai testi universitari, dai testi online, alle applicazioni per tablet e smartphone; nell’illustrazione, la divulgazione di argomenti inerenti il corpo umano, in particolare per bambini, occupa un posto preponderante.

Nella pittura, la ripresa della figurazione necessita di una analisi approfondita del corpo in modo da avere una buona base per stravolgerlo.

Programma

Le lezioni sono finalizzate alla comprensione dei volumi muscolari di tutto il corpo, si prevedono lezioni frontali con proiezioni di schemi grafici necessari per le esercitazioni;
si affrontano contemporaneamente l’osteologia e la miologia in base ad un’analisi topografica, per piani sovrapposti, aggiungendo masse corporee su fogli trasparenti, in modo da ottenere la visione di ogni piano che concorre ad una costruzione tridimensionale.

Il corso costituisce una base per comprendere a fondo l’apparato osseo e muscolare su cui poter costruire diverse ipotesi stilistiche e di comunicazione dell’immagine.

Il disegno della figura umana, con l’utilizzo dei modelli, maschile e femminile, completa lo studio morfologico.

Modalità di verifica e valutazione

Studenti di Arti visive

Applicazione della didattica svolta, durante l’anno, alla propria interpretazione artistica del corpo umano.

Studenti di Fumetto e illustrazione

Applicazione della didattica svolta, durante l’anno, ai propri personaggi.

Bibliografia

Il metodo è inedito della scuola universitaria di Disegno anatomico-scientifico dell’Istituto Ortopedico Rizzoli di Bologna, non esiste un testo che possa sostituire le lezioni frontali, la bibliografia di approfondimento è indicata durante il corso delle lezioni.